45° Anniversario della Costituzione dell’Unione Maestranze

In occasione della ricorrenza del 45° Anniversario della Costituzione dell'Unione Maestranze si è svolta lo scorso 24 giugno alle 19 presso la chiesa Anime Sante del Purgatorio, sede dei Misteri, una messa celebrata dal rettore Don Nicola Rach, nella quale si è fatta memoria di tutte le figure più carismatiche che si sono avvicendate nel tempo alla guida dell'associazione. Massiccia la presenza dei ceti con i loro rappresentati per un momento intimo all'insegna della sobrietà. Dopo la funzione religiosa sono state consegnate delle pergamene a ricordo dell'evento e degli attestati di benemerenza a quanti si spendono ancora oggi per i riti della Settimana Santa trapanese tra cui Salvatore Grimaudo, Ispettore Superiore della Polizia di Stato e Giuseppe Caruso, Coordinatore dei Servizi Sanitari. Oltre all'intervento del presidente Giuseppe Lantillo, si sono susseguiti anche quelli del sindaco Giacomo Tranchida e dell'assessore Vincenzo Abbruscato. Emozionante infine la consegna del riconoscimento ad Antonio Galia, storico segretario dell'Unione, per il grande lavoro svolto e per essere stato custode e indispensabile punto di riferimento. L'auspicio per il futuro – dichiara Lantillo – è quello di perseguire con tutte le forze una vera Unione tra i ceti. Le incomprensioni – continua – bisogna superarle attraverso il dialogo per non vanificare gli sforzi e i sacrifici che ogni persona, a vario titolo, elargisce a favore della nostra Settimana Santa.