IL BUONSENSO VINCE SEMPRE

Si è tenuto un incontro ieri mattina presso i locali dell’Unione Maestranze tra i direttivi di alcuni ceti dei Misteri coinvolti nella Scinnuta del 5 aprile prossimo. Dopo un intenso confronto tra le parti si è giunti a un accordo. La penultima Scinnuta del 2019 vedrà infatti ben quattro gruppi esposti davanti all’altare della chiesa Anime Sante del Purgatorio e non soltanto quello de L’Ascesa al Calvario, detto del Popolo come tradizionalmente accadeva. Il buonsenso dimostrato e la volontà messa in campo da tutti i rappresentanti dei ceti in questione hanno favorito il confronto e la risoluzione di un problema che alla vigilia sembrava avere risvolti negativi. È indispensabile l’ascolto e il confronto – dichiara il presidente dell’Unione Maestranze Giuseppe Lantillo – per andare in contro alle esigenze di tutti. Questo accordo – continua – oltre distendere il clima a pochi giorni dalla prima Scinnuta vuole anche essere testimonianza di Unione perché tutti infine operiamo per la buona riuscita della Settimana Santa.