L’Unione Maestranze: “Processione dei Misteri, cominciamo a lavorare”

Dopo l’apertura della Cesi alla ripresa delle processioni religiose per la Settimana Santa

Il popolo dell’Unione Maestranze di Trapani accoglie con gioia l’apertura della Cesi (Conferenza episcopale siciliana) rispetto alla possibilità di riprendere le processioni religiose della Settimana Santa. Scrivono i vescovi: “Qualora il Governo italiano, il 31 marzo p.v., revochi lo stato di emergenza… le processioni potrebbero riprendere a partire dalla Domenica delle Palme. Quale gesto concreto di compassione col popolo ucraino, i Vescovi invitano tutti ad evitare i fuochi o le cosiddette “bombe pirotecniche” per le prossime feste pasquali (Domenica delle Palme – Pasqua)”.

Dopo due anni di fermo a causa delle restrizioni dettate dalla pandemia da Covid, si affaccia dunque finalmente all’orizzonte la possibilità concreta di rivedere la Processione dei Misteri incastonata tra le vie cittadine.

Siamo felici e fiduciosi – afferma il presidente Giovanni D’Aleo a nome dell’intero consiglio d’amministrazione dell’Unione Maestranze di Trapani -.

Ci metteremo immediatamente al lavoro per restituire a questa città e ai trapanesi tutti, non appena sarà possibile, l’antica e amata tradizione della Processione dei Misteri. Non sappiamo ancora quali potrebbero essere le modalità di svolgimento – precisa D’Aleo – ma saremo comunque pronti a rispettare qualunque norma e restrizione verranno ritenute necessarie a garantire la sicurezza di ciascuno di noi. Il nostro obiettivo è quello di portare i sacri gruppi dei Misteri fuori dalla Chiesa delle Anime Sante del Purgatorio. Ed è su quello che cominceremo a lavorare. Il come lo vedremo nei prossimi giorni”.

Traduci »
Switch to desktop version